| 
Ricerca rapida negli Archivi
Medici Farmacie Aziende Farmaci Parafarmaci Omeopatici Veterinari
       HOME   FARMACO   PARAFARMACO   DISPOSITIVO MEDICO   OMEOPATICO   VETERINARIO   PRINCIPI ATTIVI   NOTE CUF   TICKET   USO DEL FARMACO  
   Ospedali  l   Asl  l   Irccs  l   Trapianti  l   Consultori  l   Analisi di laboratorio  l   Automedicazione  l   Glossario  l   Pronto soccorso  

Ricerche


Studi medici

Presidi sanitari

Emergenze sanitarie

Farmaci

Parafarmaci

Rimedi omeopatici

Prodotti veterinari

Aziende e ditte farmaceutiche

Rivenditori di prodotti per la salute

Farmacie

Info Salute


Automedicazione

Pronto soccorso:
Consigli utili


Farmaci:
Istruzioni per l'uso


Glossario

Diagnosi e cura


Analisi di laboratorio

Consultori

Irccs: pubblici e privati

Ospedali

SSN

Centri trapianto organi


 



Farmaci: Istruzioni, Somministrazioni,
Modalità di coservazione


Istruzioni per l'uso dei farmaci:

Molti dei farmaci che vengono dispensati in farmacia necessitano di ricetta medica.
La ricetta medica è un documento redatto e firmato dal medico che consente al farmacista di dispensare i farmaci soggetti a restrizione (es. anticoncezionali, antinfiammatori, ansiolitici, antistaminici, ecc).
La prescrizione è necessaria poiché tali medicinali possono causare seri effetti collaterali, la maggior parte dei quali sconosciuti al paziente, che possono essere pericolosi. E' opportuno, quindi, che il paziente osservi la posologia (tempo e modo di somministrazione) riportata dal medico sulla ricetta. Se il farmaco è dispensato dal Sistema Sanitario Nazionale (SSN), esso è mutuabile e verrà prescritto sulla ricetta rosa SSN; in tutti gli altri casi, invece, il farmaco è a carico del cittadino e la prescrizione avverrà sulla ricetta bianca.
Ci sono, inoltre, i farmaci cosiddetti da banco "OTC" ed i farmaci senza obbligo di prescrizione "SOP" che, pur avendo lo stesso principio attivo di alcuni medicinali dispensati dietro prescrizione, non richiedono alcuna ricetta medica, in quanto, sono presenti in commercio con un dosaggio inferiore.
Con l'uso di tali farmaci è comunque possibile l'insorgenza di effetti collaterali o l’interazione con altri farmaci.
E' utile, quindi, prima di usare farmaci da banco, chiedere sempre informazioni al medico oppure al farmacista.





Istruzioni per la somministrazione dei farmaci:

Esistono due vie principali di somministrazione dei farmaci, quella enterale e quella parenterale
La via enterale si divide in:
  • via orale o per OS che è la via di somministrazione più comune;
  • via sublinguale che prevede la collocazione del farmaco sotto la lingua, ottenndo così il passaggio direttamente nel circolo sanguigno, senza passare per il tratto gastro-intestinale;
  • via rettale che, come quella sublinguale, permette al farmaco di non essere distrutto dall’ambiente acido dello stomaco o, successivamente, da quello basico dell’intestino. Inoltre la via rettale può essere utile quando il paziente vomita o è il farmaco stesso ad indurre il vomito.

    La via parenterale consente al farmaco di raggiungere direttamente il circolo sanguigno provocando così un'azione farmacologica rapida. Inoltre, è indicata per quei farmaci che sono poco assorbiti per via enterale o che, comunque, vengono degradati dal tratto gastrointestinale (stomaco ed intestino).

    La via parenterale si suddivide in tre principali vie di somministrazione:
    1. Endovascolare o Endovenosa (EV): è la via parenterale più comune. In questo modo si ha un rapido effetto (più veloce della via Intramuscolare o Sottocutanea) ed un buon controllo dei livelli del farmaco in circolo. Inoltre si evitano tutte le cause responsabili dell'inattivazione del farmaco nel tratto gastrointestinale. E' utilizzata anche per l'iniezione di farmaci che risulterebbero irritanti se somministrati per altre vie, in quanto il medicinale viene diluito velocemente nel torrente circolatorio. Tale somministrazione deve essere eseguita molto lentamente e sempre da personale medico. La vena più utilizzata per la somministrazione è quella dell'avambraccio.
    2. Intramuscolare (IM): I muscoli sono molto più irrorati di sangue e meno sensibili del tessuto sottocutaneo, quindi il farmaco è più tollerato. I farmaci somministrati con questa via possono essere sotto forma di soluzioni acquose con assorbimento rapido oppure preparazioni speciali non acquose (oleose) con funzione di deposito nel muscolo provocando un rilascio lento del principio attivo nel sangue ed un'azione prolungata nel tempo. i siti maggiorrmente utilizzati per l'iniezione sono il muscolo deltoide del braccio ed il gluteo.
    3. Sottocutanea (SC): questa via di somministrazione presenta un assorbimento più lento rispetto a quella endovenosa e limita i rischi dovuti all’iniezione Intramuscolo. E' utilizzata per somministrare piccoli volumi di farmaco. I siti di iniezione consigliati sono: parte superiore esterna del braccio, la zona intorno all'ombelico e la parte anteriore delle cosce.





    Altre vie di somministrazione dei farmaci:

    Inalatoria: utilizzata con farmaci allo stato gassoso o per quelli che possono essere dispersi in un aerosol. E’ efficace nei pazienti con problemi respiratori (asma, bronchite, etc) poichè il farmaco agisce direttamente nel sito d’azione (apparato respiratorio) riducendo così gli effetti collaterali generali.
    Topica: il farmaco è applicato sulla pelle o sulle mucose per essere poi assorbito rapidamente o comunque agendo direttamente sulla lesione esterna; questa via è utilizzata per ottenere un effetto locale del farmaco (creme, pomate, colliri, gocce auricolari o nasali), riducendo al minimo gli effetti collaterali riguardanti l'intero organismo (disturbi gastrointestinali, ritenzione idrica, mal di testa, etc).
    Transdermica: si hanno effetti generali attraverso l’applicazione di farmaci sulla cute come per esempio per mezzo di un cerotto. In questo modo si ha un rilascio molto lento del farmaco.

    Infusione: Somministrazione lenta di soluzioni nell'organismo a scopo terapeutico che si distingue in:

    Intrarteriosa (IA): Via di somministrazione regionale impiegata per farmaci destinati ad un organo o ad un distretto corporeo.
    Intracavitaria (IC): Via di somministrazione regionale di farmaci all'interno di uno spazio o cavità corporea; ne fanno parte la via intratecale, intrapleurica, intraperitoneale e intravescicale.
    Intraperitoneale: Via di somministrazione di farmaci all'interno del liquido peritoneale, cioè del liquido che umidifica la superficie di gran parte degli organi contenuti nell'addome e anche di parte degli organi pelvici.
    Intrapleurica: Via di somministrazione di farmaci all'interno del liquido pleurico, cioè del liquido che umidifica la superficie che riveste i polmoni
    Intratecale (IT): Via di somministrazione di farmaci all'interno del liquido che circonda il midollo spinale.
    Intravenosa (IV) / endovenosa: Via di somministrazione di farmaci più utilizzata.
    Intravescicale (IVE): Via di instillazione di farmaci nella cavità vescicale.

    Alcuni tipi di farmaci, inoltre, non possono essere assunti contemporaneamente tra di loro poiché si possono generare delle interazioni, e portare ad esempio ad un aumento o una riduzione del loro effetto terapeutico.
    In questi casi è necessario chiedere esplicitamente il consiglio del medico e/o del farmacista.
    Tutte le informazioni relative al farmaco (posologia, interazioni, via di somministrazione, composizione, effetti collaterali, avvertenze, controindicazioni) sono riportate tutte sul foglietto illustrativo.



    Modalità di conservazione dei farmaci:

    I farmaci devono essere conservati in un luogo fresco e asciutto, lontano da fonti di calore e dall’esposizione diretta della luce solare, in quanto l’aria, la luce e gli sbalzi di temperatura possono deteriorarne la composizione. Alcuni però devono essere conservati a temperature basse comprese tra 0°C e + 4°C (in frigorifero).

    Le modalità di conservazione sono comunque riportate sulla confezione e sul foglietto illustrativo.

    Per la maggior parte dei farmaci il periodo di validità è tra 2 e 5 anni, se vengono conservati nelle condizioni indicate. Alcuni farmaci come colliri, spray, sciroppi, pomate oftalmiche, etc, hanno una validità di alcune settimane o mesi dall’apertura della confezione, sarebbe, quindi buona norma annotare la data di primo utilizzo sulla scatola; se però ci si accorge di una qualsiasi alterazione come il cambiamento di colore, odore e consistenza, è bene gettarlo, anche se non è scaduto, negli appositi contenitori, poichè i farmaci contengono delle sostanze chimiche che possono essere fonte di inquinamento e, quindi, non possono essere smaltiti con i normali canali di rifiuto onde evitare la dispersione di sostanze tossiche. Per questo è importante che i farmaci scaduti vengano buttati negli appositi contenitori che si trovano nelle farmacie.


    Farmaci dalla A alla Z con foglietto illustrativo (ricerca alfabetica)




  • LINK CORRELATI

  • Eccipienti nei farmaci

  • Istruzioni per l'uso

  • Modalità di conservazione

  • Somministrazione dei farmaci

  • Posologia dei farmaci

  • Cosa è un effetto indesiderato dei farmaci

  • Interazioni tra farmaci

  • Farmaci dalla A alla Z con foglietto illustrativo (ricerca alfabetica)




  • GO HOME



    I siti Web del network Pagine sanitarie on line


    paginesanitarie.com
    paginesanitarietv.com/net
    informatorefarmaceutico.it/com/net
    medcamp.it
    parafarmaci.it
    caseriposo.com

    paginesanitarieonline.it
    prontuariofarmaceutico.it
    informazionefarmaceutica.it
    esan.it
    rimediomeopatici.it
    clinichecasedicura.it

    paginegiallesalute.it
    prontuariofarmaci.it
    medicitaliani.net
    prodottisanitari.it
    farmacidabanco.it


     
     

     

     


     

     

     

     

     

     


    Euromedia srl
    Compagnia Internazionale di Servizi P. Iva 06636680636
    è l'editore di tutti i Siti del Network Pagine sanitarie on line
    Sono marchi registrati: Paginesanitarieonline Reg. N.0000957916
    Paginesanitarie.com Reg. N.0000957915
    Esan Reg. N.0000957914
    E' vietata la riproduzione anche parziale.

    http://www.paginesanitarie.com/logo-shinystat.gif http://www.paginesanitarie.com/audiweb-logo.jpg

    © Network Pagine sanitarie on line - Copyright Euromedia srl - privacy
    All rights reserved