| 
Ricerca rapida negli Archivi
Medici Farmacie Aziende Farmaci Parafarmaci Omeopatici Veterinari
       HOME   FARMACO   PARAFARMACO   DISPOSITIVO MEDICO   OMEOPATICO   VETERINARIO   PRINCIPI ATTIVI   NOTE CUF   TICKET   USO DEL FARMACO  
   Ospedali  l   Asl  l   Irccs  l   Trapianti  l   Consultori  l   Analisi di laboratorio  l   Automedicazione  l   Glossario  l   Pronto soccorso  


Ricerche


Studi medici

Presidi sanitari

Emergenze sanitarie

Farmaci

Parafarmaci

Rimedi omeopatici

Prodotti veterinari

Aziende e ditte farmaceutiche

Rivenditori di prodotti per la salute

Farmacie

Info Salute


Automedicazione

Pronto soccorso:
Consigli utili


Farmaci:
Istruzioni per l'uso


Glossario

Diagnosi e cura


Analisi di laboratorio

Consultori

Irccs: pubblici e privati

Ospedali

SSN

Centri trapianto organi


 



INFORMAZIONI ORIENTATIVE DI "AUTOMEDICAZIONE"
Ricordarsi che la consultazione del Medico è doverosa


ARTRALGIA:

Definizioni e cause
Per artralgia si intende una condizione caratterizzata da dolore ed infiammazione di un’articolazione e del tessuto ad essa circostante. Le cause possono essere numerose e quanto mai eterogenee: da un trauma, come per esempio una caduta, all’artrosi (cioè la degenerazione della cartilagine articolare), dalla gotta a malattie autoimmuni come l’artrite reumatoide (in quest’ultimo caso si parla di artrite).
Due aspetti molto importanti da considerare sono la presenza di febbre, l’interessamento contemporaneo di più articolazioni, che potrebbero orientare verso una causa di tipo infettivo oppure a una malattia sistemica.




Manifestazioni
Il sintomo cardine è il dolore, che può acquistare caratteri diversi a seconda della causa in gioco: più accentuato al mattino e ai primi movimenti dell’articolazione rimasta fino a quel momento in condizione di riposo nel caso di un’artrosi o di un’artrite, assai costante dopo un trauma. L’articolazione può apparire gonfia, fino ad assumere dimensioni notevoli, come nel caso del ginocchio, e arrossata.
L’escursione articolare, cioè i movimenti di massima apertura (estensione) e chiusura (flessione) dell’articolazione, è inoltre limitata, e ad essa conseguono una serie di limitazioni che possono arrivare a compromettere le normali attività quotidiane, come vestirsi, camminare, scrivere.

Provvedimenti
Molti temono che l’attività possa nuocere all’articolazione colpita e perciò evitano qualsiasi movimento. In realtà sono davvero pochi i casi in cui l’immobilità è utile o addirittura necessaria, e anche se scatena dolore, qualche semplice esercizio è fondamentale non soltanto a evitare l’anchilosi (cioè il blocco rigido dell’articolazione) ma anche a mantenere il trofismo dei muscoli e a stimolare lo stesso tessuto osseo.
Nei casi di artralgie croniche il medico potrà suggerire le strategie più utili o prescrivere sedute dal fisioterapista. Per quanto riguarda i farmaci, hanno la priorità gli antinfiammatori, molti dei quali sono acquistabili senza ricetta.
Essi devono essere assunti a stomaco pieno e secondo modalità e posologia indicate nel foglietto illustrativo. Il ricorso al medico è in ogni caso d’obbligo in caso di inefficacia o di necessità di terapie di lunga durata. In casi particolari possono essere utili bendaggi, con applicazione di preparati locali, oppure l’utilizzo di tutori ortopedici, ai fini di limitare il sovraccarico su un’articolazione senza impedirne tuttavia il movimento.

Possibili complicanze
La complicanza più importante di un processo artrosico o artritico è la riduzione della funzionalità dell’articolazione colpita.
A tale riguardo, come già sottolineato, è importante il mantenimento della sua motilità, se necessario anche con l’ausilio di terapie complementari (per esempio il massaggio) o di specifici programmi riabilitativi.


Nota: La redazione di Pagine sanitarie rammenta che le informazioni proposte hanno carattere nettamente divultativo ed orientativo e non possono, in alcun modo, sostituire la consulenza medica.



Link correlati:

 Aerofagia    Afte    Artrite    Cefalea (Mal di testa)    Dermatite    Diarrea    Digestione lenta    Disturbi del sonno

 Dolori mestruali e premestruali    Eczema    Eritema solare    Febbre    Ferite superficiali    Influenza    Insonnia

 Ipertensione (Pressione arteriosa)    Lacrimazione intensa    Mal di denti    Mal di schiena    Meteorismo    Nausea e vomito

 Orticaria    Otalgia (Mal d'orecchio)    Prurito    Punture d´insetti    Raffreddore    Scottature solari    Stipsi    Tosse    Vomito
  


GUIDE UTILI

Farmaci: Istruzioni per l'uso, Modalità, Conservazione

Ticket Sanitari Regionali e/o Forme di Delisting

Principi Attivi in ordine alfabetico

Note Cuf sulla Prescrizione dei Farmaci Classe A per Patologia

Analisi di laboratorio e loro significato

Pronto soccorso: Consigli utili

Glossario dei Termini Medici e Biomedici ricorrenti

Legenda dei termini medici


Torna all'indice di automedicazione                             


  HOME   CHI SIAMO   SITE MAP   FAQ   WEB TV   CONTATTI  PUBBLICITA' 



I siti Web del network Pagine sanitarie on line


paginesanitarie.com
paginesanitarietv.com/net
informatorefarmaceutico.it/com/net
medcamp.it
parafarmaci.it
caseriposo.com

paginesanitarieonline.it
prontuariofarmaceutico.it
informazionefarmaceutica.it
esan.it
rimediomeopatici.it
clinichecasedicura.it

paginegiallesalute.it
prontuariofarmaci.it
medicitaliani.net
prodottisanitari.it
farmacidabanco.it


 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 


Euromedia srl
Compagnia Internazionale di Servizi P. Iva 06636680636
è l'editore di tutti i Siti del Network Pagine sanitarie on line
Sono marchi registrati: Paginesanitarieonline Reg. N.0000957916
Paginesanitarie.com Reg. N.0000957915
Esan Reg. N.0000957914
E' vietata la riproduzione anche parziale.

http://www.paginesanitarie.com/logo-shinystat.gif http://www.paginesanitarie.com/audiweb-logo.jpg

© Network Pagine sanitarie on line - Copyright Euromedia srl - privacy
All rights reserved