| 
Ricerca rapida negli Archivi
Medici Farmacie Aziende Farmaci Parafarmaci Omeopatici Veterinari
       HOME   FARMACO   PARAFARMACO   DISPOSITIVO MEDICO   OMEOPATICO   VETERINARIO   PRINCIPI ATTIVI   NOTE CUF   TICKET   USO DEL FARMACO  
   Ospedali  l   Asl  l   Irccs  l   Trapianti  l   Consultori  l   Analisi di laboratorio  l   Automedicazione  l   Glossario  l   Pronto soccorso  


Ricerche


Studi medici

Presidi sanitari

Emergenze sanitarie

Farmaci

Parafarmaci

Rimedi omeopatici

Prodotti veterinari

Aziende e ditte farmaceutiche

Rivenditori di prodotti per la salute

Farmacie

Info Salute


Automedicazione

Pronto soccorso:
Consigli utili


Farmaci:
Istruzioni per l'uso


Glossario

Diagnosi e cura


Analisi di laboratorio

Consultori

Irccs: pubblici e privati

Ospedali

SSN

Centri trapianto organi


 



INFORMAZIONI ORIENTATIVE DI "AUTOMEDICAZIONE"
Ricordarsi che la consultazione del Medico è doverosa


FEBBRE:

Definizioni e cause
La febbre è l’innalzamento della temperatura corporea sopra i 37°C. Si definisce bassa da 37 °C a 38 °C, alta da 38 °C fino a 39 °C, altissima oltre i 39 °C.
La febbre rappresenta una reazione sintomatica di difesa dell’organismo. È dovuta all’alterazione dei meccanismi di regolazione termica dei centri ipotalamici e, in particolare, alla dissociazione tra la produzione del calore e la sua dispersione.
Responsabili della sintomatologia febbrile sono sostanze chiamate prostaglandine prodotte durante i processi infiammatori che sono spesso accompagnati da febbre.
L’andamento febbrile va seguito con cura e riferito al medico che potrebbe trarne indicazioni sulla natura della malattia. Per avere dei valori comparabili è bene misurare la temperatura sempre con lo stesso metodo (orale, ascellare, anale) e durante le stesse ore della giornata (mattina e sera).
La causa più comune della febbre sono le infezioni virali e batteriche, soprattutto nella stagione fredda.>




Manifestazioni
Principali sintomi di un individuo con febbre sono:
  • Dolori ai muscoli e alle articolazioni
  • Mal di schiena
  • Mal di testa
  • Brividi
  • Occasionalmente Herpes labiale
  • Delirio, specie nei soggetti anziani
  • Convulsioni, più frequenti nei bambini di età inferiore a cinque anni

    Provvedimenti
    Il paziente febbrile, sia esso un bambino o un adulto, deve stare in un ambiente a temperatura confortevole, non surriscaldato. Occorre favorire la dissipazione del calore dal corpo.
    L'assunzione di antipiretici deve essere eseguita solo in caso di temperatura elevata (maggiore a 38,5°C) e con disturbi particolarmente fastidiosi, soprattutto se non si assiste ad una sua spontanea diminuzione nell'arco di qualche ora. Le sostanze più spesso impiegate per abbassare la temperatura sono l'acido acetilsalicilico e il paracetamolo, quest'ultimo è da preferire nei bambini.
    Somministrare abbondanti liquidi (acqua, tè, succhi di frutta) per ripristinare i liquidi persi con la sudorazione.
    Nei casi particolarmente gravi (colpo di calore, convulsioni, delirio febbrile) occorre ridurre rapidamente la temperatura con spugnature di acqua fresca e borsa del ghiaccio. Se necessario immergere il malato in acqua tiepida (36° C) per almeno 15 minuti.


    Nota: La redazione di Pagine sanitarie rammenta che le informazioni proposte hanno carattere nettamente divultativo ed orientativo e non possono, in alcun modo, sostituire la consulenza medica.



  • Link correlati:

     Aerofagia    Afte    Artralgia    Artrite    Cefalea (Mal di testa)    Dermatite    Diarrea    Digestione lenta    Disturbi del sonno

     Dolori mestruali e premestruali    Eczema    Eritema solare    Ferite superficiali    Influenza    Insonnia

     Ipertensione (Pressione arteriosa)    Lacrimazione intensa    Mal di denti    Mal di schiena    Meteorismo    Nausea e vomito

     Orticaria    Otalgia (Mal d'orecchio)    Prurito    Punture d´insetti    Raffreddore    Scottature solari    Stipsi    Tosse    Vomito
      


    GUIDE UTILI

    Farmaci: Istruzioni per l'uso, Modalità, Conservazione

    Ticket Sanitari Regionali e/o Forme di Delisting

    Principi Attivi in ordine alfabetico

    Note Cuf sulla Prescrizione dei Farmaci Classe A per Patologia

    Analisi di laboratorio e loro significato

    Pronto soccorso: Consigli utili

    Glossario dei Termini Medici e Biomedici ricorrenti

    Legenda dei termini medici


    Torna all'indice di automedicazione                             


      HOME   CHI SIAMO   SITE MAP   FAQ   WEB TV   CONTATTI  PUBBLICITA' 



    I siti Web del network Pagine sanitarie on line


    paginesanitarie.com
    paginesanitarietv.com/net
    informatorefarmaceutico.it/com/net
    medcamp.it
    parafarmaci.it
    caseriposo.com

    paginesanitarieonline.it
    prontuariofarmaceutico.it
    informazionefarmaceutica.it
    esan.it
    rimediomeopatici.it
    clinichecasedicura.it

    paginegiallesalute.it
    prontuariofarmaci.it
    medicitaliani.net
    prodottisanitari.it
    farmacidabanco.it


     

     

     

     

     


     

     

     

     

     

     


    Euromedia srl
    Compagnia Internazionale di Servizi P. Iva 06636680636
    è l'editore di tutti i Siti del Network Pagine sanitarie on line
    Sono marchi registrati: Paginesanitarieonline Reg. N.0000957916
    Paginesanitarie.com Reg. N.0000957915
    Esan Reg. N.0000957914
    E' vietata la riproduzione anche parziale.

    http://www.paginesanitarie.com/logo-shinystat.gif http://www.paginesanitarie.com/audiweb-logo.jpg

    © Network Pagine sanitarie on line - Copyright Euromedia srl - privacy
    All rights reserved