| 
Ricerca rapida negli Archivi
Medici Farmacie Aziende Farmaci Parafarmaci Omeopatici Veterinari
       HOME   FARMACO   PARAFARMACO   DISPOSITIVO MEDICO   OMEOPATICO   VETERINARIO   PRINCIPI ATTIVI   NOTE CUF   TICKET   USO DEL FARMACO  
   Ospedali  l   Asl  l   Irccs  l   Trapianti  l   Consultori  l   Analisi di laboratorio  l   Automedicazione  l   Glossario  l   Pronto soccorso  


Ricerche


Studi medici

Presidi sanitari

Emergenze sanitarie

Farmaci

Parafarmaci

Rimedi omeopatici

Prodotti veterinari

Aziende e ditte farmaceutiche

Rivenditori di prodotti per la salute

Farmacie

Info Salute


Automedicazione

Pronto soccorso:
Consigli utili


Farmaci:
Istruzioni per l'uso


Glossario

Diagnosi e cura


Analisi di laboratorio

Consultori

Irccs: pubblici e privati

Ospedali

SSN

Centri trapianto organi


 



INFORMAZIONI ORIENTATIVE DI "AUTOMEDICAZIONE"
Ricordarsi che la consultazione del Medico è doverosa


RAFFREDDORE:


Definizioni, cause ed epidemiologia
"Raffreddore" è una parola spesso abusata o utilizzata in modo improprio e superficiale. Basta infatti che la gola sia arrossata o che sia necessario soffiare più volte il naso per definire subito con questo termine un'ampia varietà di situazioni che non necessariamente rispecchiano la corretta definizione, che è pertanto utile puntualizzare.
Per raffreddore si intende un'infezione virale acuta e contagiosa delle vie respiratorie superiori caratterizzata da infiammazione della mucosa di naso (rinite) e gola (faringite), malessere ed eventualmente leggero aumento della temperatura corporea.
I virus del raffreddore sono molto diffusi e tendono a trasmettersi con estrema facilità negli ambienti affollati (asili nido, scuole, uffici) attraverso le secrezioni respiratorie o le goccioline di saliva o anche mediante il contatto diretto con oggetti “contaminati”. Il freddo e le correnti d'aria, contrariamente alle comuni opinioni, hanno una scarsa importanza quali cause di raffreddore, mentre favoriscono il sovraffollamento e la scarsa ventilazione dei locali, aspetti che favoriscono la proliferazione dei virus.




Manifestazioni
I sintomi più caratteristici del raffreddore sono gli starnuti, soprattutto nella sua fase iniziale e la maggior produzione di muco nel naso, che quindi "cola" o è "tappato", rendendo più difficoltosa la respirazione.
A questo riguardo è bene ricordare che i neonati e i lattanti, hanno un respiro classicamente rumoroso e spesso starnutiscono al minimo stimolo che irrita le loro mucose, senza per questo esser raffreddati. Nel bambino più grandicello un respiro rumoroso in concomitanza di un episodio di raffreddore e soprattutto la respirazione attraverso la bocca, più frequente durante il sonno, possono indicare un aumento di volume delle adenoidi, che finiscono per ostacolare il transito dell'aria dal naso alla gola.
Un'altra conseguenza del raffreddore è l'attenuazione dell'olfatto e del gusto: benchè questo sintomo sia spesso tenuto in scarsa considerazione, è bene precisare che esso può concorrere, insieme al disagio fisico, ad una riduzione dell'appetito.
La febbre è più frequente nei bambini piccoli, ma talvolta può comparire anche negli adulti. Nella maggior parte dei casi non raggiunge comunque valori elevati cosicchè non si rende necessaria la somministrazione di antipiretici.

Provvedimenti e possibilità di prevenzione
Per quanto riguarda la cura del raffreddore, essendo una malattia virale che tende solitamente a guarire da sola nell'arco di pochi giorni, quello che si può fare è cercare di attenuare i sintomi più acuti e fastidiosi mediante farmaci antinfiammatori.
Nei lattanti è consigliabile praticare una costante rimozione del muco dalle fosse nasali mediante l'instillazione nelle narici di semplice soluzione fisiologica. Quest'ultima può anche essere utilizzata per qualche aerosol (la mascherina non dev'essere necessariamente premuta sul viso: basta che sia tenuta entro 10 centimetri dal naso), che svolge di per sé un efficace effetto meccanico di pulizia delle vie respiratorie.
Analoga è l’utilità dell'umidificatore, utile soprattutto d'inverno negli ambienti domestici, riscaldati da termosifoni. L'impiego di decongestionanti nasali, benchè acquistabili senza ricetta, dovrebbe essere invece più cauto: si tratta infatti di prodotti che devono essere somministrati solo in caso di reale necessità e nei limiti delle dosi consigliate, per evitare effetti indesiderati e assuefazione.
Non esiste la possibilità di vaccinazione contro il raffreddore, essendo causato da una molteplicità di virus che cambiano spesso i propri connotati, rendendo difficile la messa a punto di una profilassi efficace.

Possibili complicanze
Il raffreddore non è pericoloso, ma richiede (anche nell'adulto) una giusta dose di attenzione. Un raffreddore per così dire trascurato o la presenza di altre condizioni che riducono le normali difese dell'organismo possono far sì che l'infezioni iniziale si "complichi" con la sovrapposizione di batteri. Ciò significa non solo un peggioramento dei sintomi ma anche la possibilità di un'estensione del processo infiammatorio:

1. all'interno del naso stesso e delle cavità paranasali, con lo sviluppo di una sinusite, ad esempio mascellare o frontale;

2. alla gola, e in questo caso si instaurerà una faringite del tutto indistinguibile dalla classica forma batterica;

3. all'orecchio, dove si potrà manifestare un'otite;

4. lungo le vie respiratorie, con l'eventuale interessamento della laringe (laringite) e/o della trachea (tracheite) e dei bronchi (bronchite).


Nota: La redazione di Pagine sanitarie rammenta che le informazioni proposte hanno carattere nettamente divultativo ed orientativo e non possono, in alcun modo, sostituire la consulenza medica.



Link correlati:

 Aerofagia    Afte    Artralgia    Artrite    Cefalea (Mal di testa)    Dermatite    Diarrea    Digestione lenta    Disturbi del sonno

 Dolori mestruali e premestruali    Eczema    Eritema solare    Febbre    Ferite superficiali    Influenza    Insonnia

 Ipertensione (Pressione arteriosa)    Lacrimazione intensa    Mal di denti    Mal di schiena    Meteorismo    Nausea e vomito

 Orticaria    Otalgia (Mal d'orecchio)    Prurito    Punture d´insetti    Scottature solari    Stipsi    Tosse    Vomito
  


GUIDE UTILI

Farmaci: Istruzioni per l'uso, Modalità, Conservazione

Ticket Sanitari Regionali e/o Forme di Delisting

Principi Attivi in ordine alfabetico

Note Cuf sulla Prescrizione dei Farmaci Classe A per Patologia

Analisi di laboratorio e loro significato

Pronto soccorso: Consigli utili

Glossario dei Termini Medici e Biomedici ricorrenti

Legenda dei termini medici


Torna all'indice di automedicazione                             


  HOME   CHI SIAMO   SITE MAP   FAQ   WEB TV   CONTATTI  PUBBLICITA' 



I siti Web del network Pagine sanitarie on line


paginesanitarie.com
paginesanitarietv.com/net
informatorefarmaceutico.it/com/net
medcamp.it
parafarmaci.it
caseriposo.com

paginesanitarieonline.it
prontuariofarmaceutico.it
informazionefarmaceutica.it
esan.it
rimediomeopatici.it
clinichecasedicura.it

paginegiallesalute.it
prontuariofarmaci.it
medicitaliani.net
prodottisanitari.it
farmacidabanco.it


 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 


Euromedia srl
Compagnia Internazionale di Servizi P. Iva 06636680636
è l'editore di tutti i Siti del Network Pagine sanitarie on line
Sono marchi registrati: Paginesanitarieonline Reg. N.0000957916
Paginesanitarie.com Reg. N.0000957915
Esan Reg. N.0000957914
E' vietata la riproduzione anche parziale.

http://www.paginesanitarie.com/logo-shinystat.gif http://www.paginesanitarie.com/audiweb-logo.jpg

© Network Pagine sanitarie on line - Copyright Euromedia srl - privacy
All rights reserved