| 
Ricerca rapida negli Archivi
Medici Farmacie Aziende Farmaci Parafarmaci Omeopatici Veterinari
       HOME   FARMACO   PARAFARMACO   DISPOSITIVO MEDICO   OMEOPATICO   VETERINARIO   PRINCIPI ATTIVI   NOTE CUF   TICKET   USO DEL FARMACO  
   Ospedali  l   Asl  l   Irccs  l   Trapianti  l   Consultori  l   Analisi di laboratorio  l   Automedicazione  l   Glossario  l   Pronto soccorso  


Ricerche


Studi medici

Presidi sanitari

Emergenze sanitarie

Farmaci

Parafarmaci

Rimedi omeopatici

Prodotti veterinari

Aziende e ditte farmaceutiche

Rivenditori di prodotti per la salute

Farmacie

Info Salute


Automedicazione

Pronto soccorso:
Consigli utili


Farmaci:
Istruzioni per l'uso


Glossario

Diagnosi e cura


Analisi di laboratorio

Consultori

Irccs: pubblici e privati

Ospedali

SSN

Centri trapianto organi


 



INFORMAZIONI ORIENTATIVE DI "AUTOMEDICAZIONE"
Ricordarsi che la consultazione del Medico è doverosa


TOSSE:


Definizioni, cause, epidemiologia
La tosse, contrariamente a un diffuso pregiudizio, non è una malattia ma un sintomo, o meglio ancora un riflesso, il cui significato è quello di naturale meccanismo di protezione delle vie respiratorie.
E’ bene comunque fare subito una distinzione tra tosse secca (o stizzosa), che esprime uno stato irritativo e spesso disturba il sonno, e tosse produttiva, che è caratterizzata invece dalla produzione di catarro, anche in notevoli quantità.
Naturalmente la tosse, che è sostenuta e regolata da un vero e proprio riflesso nervoso, può essere favorita o scatenata non solo da infezioni (batteriche o virali) ma anche dall’inalazione di sostanze irritanti (ad esempio fumo, solventi, ammoniaca) o a cui il soggetto si è sensibilizzato (ad esempio in caso di asma o allergie respiratorie, responsabili di episodi di tosse persistente o ricorrente) o più semplicemente dal classico “boccone (talvolta la stessa saliva) che va di traverso”.
Forme più gravi di tosse sono quelle associate a insufficienza cardiaca e neoplasie faringolatingee e broncopolmonari.
La tosse, infine, è il segno cardine della riacutizzazione di una bronchite cronica, e in alcuni può essere anche di natura psicosomatica (“tosse isterica”, legata di solito a stati ansiosi).




Manifestazioni
Non servono certamente parole per descrivere il fenomeno della tosse.
E’ importante comunque osservarne i caratteri e l’andamento: le infezioni respiratorie sono in genere precedute da tosse secca, spesso insistente, che dopo qualche giorno comporta l’espulsione di catarro.
D’altra parte essa è il meccanismo attraverso il quale le basse vie aeree possono essere liberate dal muco, prodotto in maggiori quantità in caso di aggressione da parte di microrganismi o fattori esterni.
Una tipologia particolare e a sé stante è la pertosse: in questo caso la tosse è l’effetto sul sistema nervoso centrale di una particolare tossina, prodotta dal batterio responsabile della malattia (Bordetella pertussis) ed è preceduta da un inconfondibile rumore, assimilato al raglio d’asino, dovuto a un’introduzione forzata di aria nelle vie respiratorie. L’associazione di raucedine permette di correlare la tosse alla presenza di laringite.

Provvedimenti e possibilità di prevenzione
L’approccio alla tosse deve tenere in considerazione il carattere e l’evoluzione. Per questa ragione è bene evitare interventi immediati e troppo incisivi se non si hanno ancora gli elementi sufficienti a interpretare debitamente questo sintomo (un sedativo somministrato troppo precocemente, ad esempio, potrebbe impedire la successiva espettorazione, nel caso in cui la tosse nel frattempo diventi produttiva). I farmaci disponibili sono:
  • sedativi (butamirato, destrometorfano, associazioni di vari principi attivi);
  • mucolitici o fluidificanti (ad esempio ambroxolo, bromexina), utili a ”sciogliere” il catarro e a favorirne l’espulsione. Sono disponibili in formulazione orale, in supposta oppure in fiale per aerosol, anche associate ad antibiotici;
  • acque termali, preferibilmente sulfuree o salsobromoiodiche: somministrate per aerosol, permettono una pulizia profonda, efficace e del tutto naturale delle vie aeree;
  • farmaci prosciuganti, come quelli a base di potassio sodio-guaiacolato e guaifenesina), che riducono la secrezione mucosa e ne favoriscono il riassorbimento;
  • fitoterapici, come la tintura madre di Cetraria islandica, la Tussilago farfara e il Carpinus betulus, particolarmente indicati nella tosse secca dell’anziano.
    Sono infine opportune anche l’umidificazione dell’ambiente e la riduzione – o meglio la sospensione - del fumo di sigaretta.

    Possibili complicanze
    La tosse ha in genere un significato e un decorso benigni. Si rende tuttavia necessario il consulto del medico:
  • se compare febbre alta;
  • se la tosse persiste per parecchi giorni malgrado le terapie di automedicazione;
  • se si accompagna a un progressivo scadimento delle condizioni generali;
  • se si osservano tracce di sangue nel catarro o se quest’ultimo risulta maleodorante o particolarmente abbondante;
  • se mantiene il carattere di tosse secca con rialzo della temperatura per lo più serale.


    Nota: La redazione di Pagine sanitarie rammenta che le informazioni proposte hanno carattere nettamente divultativo ed orientativo e non possono, in alcun modo, sostituire la consulenza medica.



  • Link correlati:

     Aerofagia    Afte    Artralgia    Artrite    Cefalea (Mal di testa)    Dermatite    Diarrea    Digestione lenta    Disturbi del sonno

     Dolori mestruali e premestruali    Eczema    Eritema solare    Febbre    Ferite superficiali    Influenza    Insonnia

     Ipertensione (Pressione arteriosa)    Lacrimazione intensa    Mal di denti    Mal di schiena    Meteorismo    Nausea e vomito

     Orticaria    Otalgia (Mal d'orecchio)    Prurito    Punture d´insetti    Raffreddore    Scottature solari    Stipsi    Vomito
      


    GUIDE UTILI

    Farmaci: Istruzioni per l'uso, Modalità, Conservazione

    Ticket Sanitari Regionali e/o Forme di Delisting

    Principi Attivi in ordine alfabetico

    Note Cuf sulla Prescrizione dei Farmaci Classe A per Patologia

    Analisi di laboratorio e loro significato

    Pronto soccorso: Consigli utili

    Glossario dei Termini Medici e Biomedici ricorrenti

    Legenda dei termini medici


    Torna all'indice di automedicazione                             


      HOME   CHI SIAMO   SITE MAP   FAQ   WEB TV   CONTATTI  PUBBLICITA' 



    I siti Web del network Pagine sanitarie on line


    paginesanitarie.com
    paginesanitarietv.com/net
    informatorefarmaceutico.it/com/net
    medcamp.it
    parafarmaci.it
    caseriposo.com

    paginesanitarieonline.it
    prontuariofarmaceutico.it
    informazionefarmaceutica.it
    esan.it
    rimediomeopatici.it
    clinichecasedicura.it

    paginegiallesalute.it
    prontuariofarmaci.it
    medicitaliani.net
    prodottisanitari.it
    farmacidabanco.it


     

     

     

     

     


     

     

     

     

     

     


    Euromedia srl
    Compagnia Internazionale di Servizi P. Iva 06636680636
    è l'editore di tutti i Siti del Network Pagine sanitarie on line
    Sono marchi registrati: Paginesanitarieonline Reg. N.0000957916
    Paginesanitarie.com Reg. N.0000957915
    Esan Reg. N.0000957914
    E' vietata la riproduzione anche parziale.

    http://www.paginesanitarie.com/logo-shinystat.gif http://www.paginesanitarie.com/audiweb-logo.jpg

    © Network Pagine sanitarie on line - Copyright Euromedia srl - privacy
    All rights reserved