HOME   FARMACO   PARAFARMACO   DISPOSITIVO MEDICO   OMEOPATICO   VETERINARIO   PRINCIPI ATTIVI   NOTE CUF   TICKET   USO DEL FARMACO  
   Ospedali  l   Asl  l   Irccs  l   Trapianti  l   Consultori  l   Analisi di laboratorio  l   Automedicazione  l   Glossario  l   Pronto soccorso  

     Google+  

La Salute & le nostre tasche:
Sempre più grassi, colpa della crisi
"Nel piatto troppi cibi-spazzatura"
Il medico lancia l'allarme: "Prodotti scadenti a fine mese per risparmiare, allarme obesità. Sovrappeso il 74% dei residenti al Nord. Crescono i rischi di infarto e diabete a causa di coloranti e conservanti"

ROMA, LA CRISI dei consumi pesa sulle nostre tavole. Le ristrettezze economiche e il caro euro hanno un effetto paradossale: anziché tirare la cinghia, limitare le dosi e concentrarci su pochi alimenti sani e genuini, gli italiani si ritrovano a mangiare... porcherie. Acquistano prodotti alimentari scadenti, a basso prezzo, infarciti di aromi, conservanti e coloranti (gli autori anglosassoni li chiamano junk food, cibi spazzatura) e poveri sotto il profilo del contenuto di molecole nobili. In questo modo i soggetti predisposti rischiano di diventare ancora più grassi. L’allarme è stato lanciato dagli specialisti dell’Associazione italiana di dietetica e nutrizione clinica (Adi).

PER IL PRESIDENTE dell’Adi, Giuseppe Fatati, primario di diabetologia a Terni, l’obesità è una malattia tutt’altro che sconfitta. I venti di recessione si traducono anzi in questa nuova epidemia da discount che si manifesta ciclicamente alla fine del mese, quando il salario è ormai ridotto all’osso e si finisce per rinunciare giocoforza alla qualità.

«TUTTA colpa del nuovo modo di fare la spesa — afferma l’esperto — che tiene in conto il prezzo e mette in secondo piano la salute. E così i nostri connazionali, mentre credono di risparmiare abbandonando gradualmente frutta, verdura e pesce, cercano di saziarsi con prodotti straripanti di grassi e zuccheri».

SI POTREBBE conciliare la forma fisica anche con un budget limitato? Eccome, a patto di osservare alcune accortezze: mangiare lentamente, evitare le scorpacciate. Per ricordarci i comportamenti virtuosi i dietologi diffondono un vademecum con otto regole d’oro. Cambiano i metodi ma l’imperativo resta lo stesso: resistere alle tentazioni, abolire gli eccessi di calorie che ingannano il metabolismo e ci appesantiscono.

PROBLEMI che saranno affrontati in occasione dell’Obesity Day, una giornata promossa dall’Adi il 10 ottobre. In tutta Italia ospedali aperti e controlli gratuiti. «Sarà possibile ottenere consulenze nutrizionali — spiega Daniela Lugli, psicoterapeuta modenese, una delle volontarie reclutate nella manifestazione — misurare i parametri, avere un colloquio».

L’ATTIVITÀ fisica aiuta a perdere peso. Attenti alla circonferenza del giro vita, che non deve superare i 102 centimetri negli uomini e gli 88 nelle donne. Sopra questa soglia cresce il rischio di infarto e diabete. Meglio prevenire. Si calcola che le famiglie italiane spenderanno quest’anno 332 euro in più di consumi alimentari, il rischio è che risparmiando nella scelta finiscano per spendere di più in medicine. Una ricerca dell’Istituto superiore di Sanità ha appurato che è in sovrappeso il 74% dei residenti nel Nord-Ovest e l’88% degli abitanti nelle regioni del Sud.

(di ALESSANDRO MALPELO)

 Condividi


ALTRI ARTICOLI

  • L'importanza della fibra e delle vitamine

  • A tavola - Quali sono i vantaggi del pane integrale?

  • Obesità bimbi dipende da un numero spot spazzatura

  • Sotto accusa gli alti livelli di zucchero delle bevande

  • Aiutare il sistema immunitario attraverso l’alimentazione e le piante medicinali

  • Ovaio policistico, Insulino-resistenza e alimentazione

  • Intolleranze alimentari

  • La sicurezza alimentare in Cina

  • Alimenti/ Latte crudo, Ministero: Obbligo bollitura e no in...- 2

  • La Salute e le nostre tasche: Sempre più grassi, colpa della crisi

  • Alimentazione: 1 MLN di giovani italiane in lotta con il cibo

  • Sicurezza alimentare.
    Oli di girasole contaminati: basso livello di tossicità secondo l'EFSA


  • Alimenti e Sanità animale

  • Torna lo spettro del vino adulterato

  • Il fumo? Un vizio ereditari

  • "La Cina bandisce la mozzarella italiana, De Castro:
    "Mai esportato un chilo""


  • Mozzarella e diossina: "Attenti alle bufale"

  • Ma a Tokyo la mozzarella di bufala si continua a mangiare

  • "Gli Italiani a tavola"

  • "Nasce l’Autorità nazionale per la sicurezza alimentare"





  •   TAGS:  Farmaci Parafarmaci Rimedi omeopatici Prodotti veterinari Studi medici Aziende produttrici Aziende rivenditrici Farmacie italiane Presidi sanitari Servizi ed Operatori sanitari Consultori familiari Ircc pubblici e privati Ospedali Centri trapianto organi




      HOME   CHI SIAMO   SITE MAP   FAQ   WEB TV   CONTATTI  PUBBLICITA' 

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     
    Pagine sanitarie on line - Il Network della Salute

    I siti Web integrati nel circuito Healthcare del Network

    paginesanitarie.com/eu
    paginesanitarietv.com/net
    informatorefarmaceutico.it/com/net
    medcamp.it
    parafarmaci.it
    caseriposo.com

    paginesanitarieonline.it/com
    prontuariofarmaceutico.it
    informazionefarmaceutica.it
    esan.it
    rimediomeopatici.it
    clinichecasedicura.it

    paginegiallesalute.it
    prontuariofarmaci.it
    medicitaliani.net
    prodottisanitari.it
    farmacidabanco.it

     


    Euromedia srl
    Compagnia Internazionale di Servizi P. Iva 06636680636
    è l'editore di tutti i Siti del Network Pagine sanitarie on line
    Sono marchi registrati: Paginesanitarieonline Reg. N.0000957916
    Paginesanitarie.com Reg. N.0000957915
    Esan Reg. N.0000957914
    E' vietata la riproduzione anche parziale.

    http://www.paginesanitarie.com/logo-shinystat.gif http://www.paginesanitarie.com/audiweb-logo.jpg

    © Network Pagine sanitarie on line - Copyright Euromedia srl - privacy
    All rights reserved