Home   Azienda   Site map   Info archivi   Web TV   Contatti   Pubblicità 
Obiettivo Salute
Le informazioni al servizio della continuità assistenziale
Coordinamento del Prof. Giorgio De Simone

  »  Home

  »  Finalità
       del Progetto


  »  Coordinamento

  »  Archivio:
         Articoli
         Documentazione
         pubblicata



  »  Contatti


Dieta con poche calorie si combatte l'invecchiamento


Consumare quotidianamente meno calorie per ritardare l'invecchiamento e allungare l'aspettativa di vita: è quanto emerge da uno studio condotto dai ricercatori svedesi di Goteborg da cui emerge che un apporto calorico contenuto aiuta, oltre che a rimanere in linea, a mantenersi giovani più a lungo e a rallentare lo sviluppo di malattie come il cancro e il diabete di tipo 2.






E prima si inizia a consumare una quantità controllata di calorie, prima si comincia a combattere l’invecchiamento.






I ricercatori hanno studiato le funzioni di un enzima, la perossiredossina 1, che sarebbe il responsabile del rallentamento del processo di invecchiamento in quanto coinvolto nell'attivazione delle funzioni antiossidanti delle cellule. Gli studiosi hanno rilevato che, con il passare degli anni, l’enzima subisce dei danni e rallenta le sue funzioni, e che esiste però un secondo enzima, Srx 1, in grado di ripararlo e rimetterlo in funzione.
E, secondo lo studio, sarebbe proprio la restrizione calorica a produrre questo "riparatore naturale".

Il Sole 24 Ore


 Condividi