Home   Azienda   Site map   Info archivi   Web TV   Contatti   Pubblicità 
Obiettivo Salute
Le informazioni al servizio della continuità assistenziale
Coordinamento del Prof. Giorgio De Simone

  »  Home

  »  Finalità
       del Progetto


  »  Coordinamento

  »  Archivio:
         Articoli
         Documentazione
         pubblicata



  »  Contatti


Piano sanitario nazionale 2011-2013 salvaguardare l'omogeneità dell'assistenza


Attenzione al 'ladro silenzioso della vista': e' il glaucoma, una malattia oculare da cui e' possibile difendersi mediante un'adeguata prevenzione. A questa patologia sara' dedicata la settimana mondiale che si celebrera' dal 7 al 13 marzo. Il glaucoma e' associato, il piu' delle volte, a una pressione dell'occhio troppo alta, che causa danni irreversibili al nervo ottico e la perdita progressiva della visione periferica (fino alla cecita').






Il ministro della Salute Ferruccio Fazio ha consegnato alle Regioni nei giorni scorsi il Piano sanitario nazionale 2011-2013, per avere il loro via libera. Il Piano detta le strategie di fondo - uguali su tutto il territorio nazionale - che dovrebbero guidare lo sviluppo della sanità federalista.






Per quanto riguarda la farmaceutica, l'unitarietà dell'assistenza è assicurata dal Prontuario Farmaceutico Nazionale (PFN), lo strumento che determina l'accessibilità ai medicinali di fascia A ed H su tutto il territorio nazionale nell'ambito dei livelli essenziali di assistenza (LEA), garantendo al cittadino la disponibilità di farmaci innovativi, farmaci orfani per il trattamento di malattie rare e farmaci essenziali per il trattamento delle patologie gravi, acute, croniche. A fronte dell'evoluzione federale del nostro ordinamento e dell'assistenza sanitaria, che enfatizza le differenze strutturali ed organizzative presenti nelle diverse Regioni incidendo, in alcuni casi, sull'omogeneità dell'assistenza farmaceutica, il Piano sanitario nazionale invita a operare a supporto dell'unitarietà attraverso azioni di monitoraggio, coordinamento ed indirizzo.
Nel Piano si sottolinea anche, tra l'altro, l'importanza di coinvolgere i cittadini in campagne di informazione e comunicazione sul corretto impiego dei farmaci. Con questo obiettivo l'AIFA dovrà agire in sinergia con le Regioni, approfondendo di volta in volta particolari tematiche per raggiungere tutte le differenti popolazioni target individuate e tarare i giusti messaggi in base alle specifiche esigenze.




 Condividi