Home   Azienda   Site map   Info archivi   Web TV   Contatti   Pubblicità 
Obiettivo Salute
Le informazioni al servizio della continuità assistenziale
Coordinamento del Prof. Giorgio De Simone

  »  Home

  »  Finalità
       del Progetto


  »  Coordinamento

  »  Archivio:
         Articoli
         Documentazione
         pubblicata



  »  Contatti


ASPIRINA PICCOLA DOSE RIDUCE MORTALITA' MOLTI CANCRI



L'aspirina e' uno scudo efficace contro molti tumori, infatti una piccola dose del farmaco riduce del 20-30% il rischio di morte per cancri molto comuni come tumore ai polmoni, all'esofago, all'intestino, allo stomaco, al pancreas e anche al cervello.
E' quanto emerso da un lavoro condotto da Peter Rothwell della University of Oxford, pubblicato sulla rivista Lancet, e basato sulla disamina di dati raccolti da tantissimi precedenti studi clinici (su pazienti) in cui e' stata utilizzata l'aspirina.






Basta una dose piccola di aspirina (dai 75 milligrammi al di' in su), ma l'effetto anti-cancro si vede solo se l'aspirina viene assunta per almeno cinque anni di seguito, come avviene di solito a scopo preventivo per persone con rischio cardiovascolare.






E' solo dello scorso ottobre la notizia, data sempre da Lancet e frutto dello stesso team diretto da Rothwell, che piccole dosi di aspirina, quelle usate comunemente per la prevenzione cardiovascolare, riducono di un quarto il rischio di cancro al colon e di oltre un terzo la sua gravita' e quindi il rischio di morte per questa neoplasia.
Il nuovo studio mostra che l'effetto dell'aspirina e' ben piu' ampio ed esteso a molti tumori comuni, con una riduzione della mortalita' che va dal 20 al 30%.
Poiche' l'aspirina e' comunque associata a rischio emorragie, il farmaco e' attualmente somministrato solo se l'individuo ha un rischio cardiovascolare reale; ma questo studio potrebbe avviare i clinici all'uso preventivo dell'aspirina anche contro i tumori.

(Ansa Salute)


 Condividi