| 
Ricerca rapida negli Archivi
Medici Farmacie Aziende Farmaci Parafarmaci Omeopatici Veterinari
       HOME   FARMACO   PARAFARMACO   DISPOSITIVO MEDICO   OMEOPATICO   VETERINARIO   PRINCIPI ATTIVI   NOTE CUF   TICKET   USO DEL FARMACO  
   Ospedali  l   Asl  l   Irccs  l   Trapianti  l   Consultori  l   Analisi di laboratorio  l   Automedicazione  l   Glossario  l   Pronto soccorso  



Seguici su        Google+  

Elenco Foglietti illustrativi Monografie dei Farmaci 



A    B     C    D     E    F     G    H     I

    J     K    L     M    N     O    P     Q    R  

S    T     U    V     W    X     Y    Z

ACCOLEIT 28CPR RIV 20MG

  Foglietto illustrativo Monografia ACCOLEIT 28CPR RIV 20MG



CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:
Antiasmatico per uso sistemico.


INDICAZIONI:
Quando e in quali casi è indicato l'uso di questo farmaco

Trattamento della profilassi e della terapia cronica dell'asma bronchiale.


CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:
Quando questo farmaco non deve essere assunto

Ipersensibilita' al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti. In pazienti con insufficienza epatica grave. Gravidanza e allattamento.




POSOLOGIA:
Dosi, modi e tempi di assunzione di questo farmaco

La sua assunzione deve essere continua nel tempo. Adulti e adolescenti(di eta' >=12 anni): la terapia va iniziata con una dose di 20 mg duevolte al giorno con una dose di mantenimento di 20 mg due volte al giorno. Un aumento della dose fino ad un massimo di 40 mg due volte al giorno puo' determinare un beneficio terapeutico aggiuntivo. Non superare la dose massima consigliata. Il farmaco non deve essere assunto durante i pasti, poiche' il cibo puo' determinare una diminuzione della biodisponibilita' di zafirlukast. La clearance del prodotto e' ridottanel paziente anziano con conseguente aumento della Cmax e della AUC dicirca due volte rispetto all'adulto giovane. Non si e' comunque verificato alcun accumulo significativo. La somministrazione di 20 mg due volte al giorno in questi pazienti non e' risultata associata ad aumenti dell' incidenza complessiva di eventi avversi o della frequenza di ritiri a causa di eventi avversi. La terapia puo' essere iniziata alladose di 20 mg due volte al giorno e in seguito modificata in accordo alla risposta clinica. Nei bambini di eta' <12 anni non sono disponibili dati sull'efficacia e la sicurezza del medicinale. Nei pazienti coninsufficienza renale non si rende necessario alcun aggiustamento posologico. Nei pazienti con insufficienza epatica inclusa cirrosi epatical'uso non e' raccomandato.


AVVERTENZE:
Cosa si deve sapere prima di assumere questo farmaco

Per determinare il suo effetto terapeutico, deve essere assunto regolarmente, anche durante i periodi nei quali il paziente non avverte sintomi. La somministrazione deve essere continuata normalmente anche nelcorso degli attacchi acuti di asma. Non e' indicato come agente anti-broncospasmo durante gli attacchi acuti di asma. Non e' stato valutatonella terapia dell'asma labile o dell'asma instabile e, pertanto, none' indicato in tali condizioni. Non e' consigliabile sostituire bruscamente la terapia con corticosteroidi, sia per via inalatoria che per via orale, con quella con questo medicinale ed ogni riduzione nel dosaggio di corticosteroidi deve essere graduale. Qualora si dovesse prendere in considerazione la riduzione del dosaggio di steroidi in pazientiaffetti da asma severa, e' necessaria cautela. In rari casi tali pazienti possono presentare eosinofilia sistemica, polmonite eosinofila osegni clinici di vasculite sistemica che possono essere classificati come sindrome di Churg-Strauss. Le manifestazioni possono interessare vari sistemi e includere rash vasculitico, peggioramento dei sintomi polmonari, complicanze cardiache o neuropatia generalmente associati a riduzione della terapia steroidea orale. Durante il trattamento puo' verificarsi un aumento delle transaminasi sieriche, usualmente asintomatico e transitorio, ma che potrebbe rappresentare una iniziale evidenzadi epatotossicita' e molto raramente e' stato associato a una piu' severa lesione epatocellulare, epatite fulminante ed a insufficienza epatica, in alcuni casi ad esito fatale; in casi estremamente rari l'epatite fulminante e l'insufficienza epatica sono state riportate in pazienti in cui non erano stati riscontrati precedenti sintomi o segni clinici di disfunzione epatica. Nel caso di comparsa di sintomi o segni clinici potenzialmente indicativi di una disfunzione epatica il farmacodeve essere sospeso. Le transaminasi sieriche, in particolare l'ALT, devono essere misurate immediatamente ed i pazienti trattati di conseguenza. Un controllo periodico delle transaminasi sieriche, sebbene nonsia stato dimostrato, potrebbe essere in grado di prevenire un danno epatico severo che viene generalmente ritenuto che una rilevazione precoce di un danno epatico indotto da farmaco unitamente all'immediata sospensione del farmaco sospetto possa aumentare le probabilita' di recupero. I pazienti nei quali la terapia sia stata sospesa a causa dellatossicita' epatica, senza che vi siano altre cause ad essa attribuibili, non devono essere trattati nuovamente. Non e' raccomandato in pazienti con alterazioni preesistenti della funzionalita' epatica. Ogni compressa contiene 45 mg di lattosio. Pertanto, quando assunto secondo laposologia raccomandata, il medicinale fornisce fino a 90 o 180 mg dilattosio/die. Cio' e' da tenere presente nei pazienti con insufficienza di lattasi, galattosemia o sindrome da malassorbimento di glucosio/galattosio.


INTERAZIONI:
Quali farmaci o alimenti possono modificare l'effetto di questo farmaco info

Puo' essere somministrato con le altre terapie utilizzate abitualmenteper il trattamento dell'asma e delle allergie. Sono stati somministrati in concomitanza, senza riscontro di interazioni negative, gli steroidi per via inalatoria, i broncodilatatori per via inalatoria e per via orale, gli antibiotici e gli antiistaminici. Puo' essere somministrato durante terapia con anticoncezionali orali senza determinare alcunainterazione negativa. La co-somministrazione con acido acetilsalicilico puo' determinare un aumento dei tassi plasmatici di zafirlukast, dicirca il 45%. E' improbabile che tale aumento possa determinare effetti clinicamente rilevanti. Non sono disponibili dati relativi all'interazione con altri antinfiammatori non-steroidei. La co-somministrazione con eritromicina determina una riduzione dei tassi plasmatici di zafirlukast di circa il 40%. Teofillina, in contemporanea somministrazione, ha determinato una diminuzione dei livelli plasmatici di zafirlukast di circa 30% mentre i livelli plasmatici di teofillina sono rimastiinvariati. Anche in uno studio condotto su bambini di eta' compresa tra 5 e 11 anni i livelli di teofillina non sono stati alterati da zafirlukast. Tuttavia, le osservazioni effettuate dopo la commercializzazione del farmaco, hanno messo in evidenza rari casi di aumento dei livelli plasmatici di teofillina in pazienti che assumevano contemporaneamente il prodotto. La co-somministrazione con terfenadina ha comportatouna diminuzione del 54% dell'AUC di zafirlukast, senza pero' alcun effetto sui livelli plasmatici di terfenadina. La co-somministrazione conwarfarin comporta un aumento del tempo massimo di protrombina di circa il 35%. Pertanto si raccomanda di monitorare attentamente il tempo di protrombina. L'interazione e' probabilmente dovuta alla inibizione da parte di zafirlukast del sistema isoenzimatico 2C9 del citocromo P 450. Non sono disponibili dati relativi all'interazione con altri anticoagulanti orali.


EFFETTI INDESIDERATI:
Cos'è un effetto indesiderato info

La somministrazione puo' associarsi a cefalea (comune) o a disturbi gastrointestinali (comuni). Tali sintomi sono in genere di lieve entita'. Sono stati segnalati inoltre: insonnia, malessere (comuni); esantemicon possibili formazioni di vesciche, prurito, edema (non comuni); reazioni di ipersensibilita' inclusa orticaria e angioedema (rari); ecchimosi, disturbi della coagulazione (rari); agranulocitosi (molto rara). Tali manifestazioni si sono generalmente risolte con la sospensionedella terapia. Sono stati raramente osservati livelli elevati delle concentrazioni sieriche delle transaminasi ed in rari casi l'andamento dei valori era quello tipico dell'epatite indotta da farmaco; i valorisi sono normalizzati con la sospensione. Dopo la commercializzazione del farmaco in rari casi si e' manifestata, con maggiore frequenza nella popolazione femminile, epatite sintomatica, in presenza o meno di livelli elevati di bilirubina, risoltasi con l'interruzione della terapia. In casi molto rari sono state riportate epatite fulminante e insufficienza epatica talvolta ad esito fatale. In concomitanza all'utilizzodel prodotto e' stata riportata iperbilirubinemia, senza alcun altroaumento nei valori dei test di funzionalita' epatica. In studi clinicicontrollati con placebo e' stato osservato un aumento dell'incidenzadelle infezioni (comuni) nei pazienti anziani trattati con questo medicinale. Le infezioni erano in prevalenza di lieve entita', soprattuttoa carico dell'apparato respiratorio e non tali da richiedere la sospensione della terapia. Casi di artralgia aspecifica e mialgia aspecifica sono stati raramente riportati in concomitanza all'uso del farmaco.


GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO:
In gravidanza e durante l'allattamento si raccomanda di informarsi sui rischi dell'uso del farmaco

La sicurezza d'impiego nella donna non e' stata determinata. Nel corsodella gravidanza i rischi potenziali della terapia devono essere attentamente valutati rispetto ai possibili benefici. Deve essere utilizzato solo se ritenuto essenziale. Zafirlukast viene escreto nel latte materno e non deve essere pertanto somministrato nel corso dell'allattamento.


  SCHEDA TECNICA ACCOLEIT 28CPR RIV 20MG
Elenco Farmaci Schede tecniche 



A    B     C    D     E    F     G    H     I

    J     K    L     M    N     O    P     Q    R    

S    T     U    V     W    X     Y    Z

L'INFORMAZIONE FARMACEUTICA


 Farmaci

 Parafarmaci

 Prodotti veterinari

 Rimedi omeopatici

 Ticket

 Note cuf


PER LA CURA DELLA SALUTE


 Studi medici

 Presidi sanitari

 Emergenze sanitarie

 Aziende produttrici

 Aziende Rivenditrici

 Farmacie


E' ANCHE UTILE SAPERE


 Automedicazione

 Pronto soccorso

 Farmaci:
Istruzioni per l'uso


 Glossario


CENTRI DI DIAGNOSI E CURA


 Analisi di laboratorio

 Consultori

 Irccs: Pubblici e Privati

 Ospedali

 Servizio Sanitario Nazionale

 Centri trapianto organi



 N.B.: Sono i Medici ed i Farmacisti gli unici professionisti abilitati a prescrivere ed a suggerire farmaci e cure


BACK HOME



La Salute sul Web
I grandi Portali d'informazione bio-medica e farmaceutica di Pagine sanitarie
  frecce


 


 



 

 

 

 


Euromedia srl
Compagnia Internazionale di Servizi P. Iva 06636680636
è l'editore di tutti i Siti del Network Pagine sanitarie on line
Sono marchi registrati: Paginesanitarieonline Reg. N.0000957916
Paginesanitarie.com Reg. N.0000957915
Esan Reg. N.0000957914
E' vietata la riproduzione anche parziale.

http://www.paginesanitarie.com/logo-shinystat.gif http://www.paginesanitarie.com/audiweb-logo.jpg

© Network Pagine sanitarie on line - Copyright Euromedia srl - privacy
All rights reserved